Locazioni commerciali e Covid 19

Secondo il Tribunale di Roma il giudice non può ridurre i canoni di locazione:
Ritiene tuttavia questo giudice, come innanzi anticipato, che né l’art.1374 c.c. né i doveri di correttezza e buona fede nell’esecuzione del contratto né il dovere di solidarietà sociale di cui al menzionato precetto costituzionale consentano di ritenere esistente nel nostro ordinamento un obbligo di rinegoziazione dei contratti divenuti svantaggiosi per taluna delle parti, ancorché in conseguenza di eventi eccezionali e imprevedibili, e un potere del giudice di modificare i regolamenti contrattuali liberamente concordati dalle parti nell’esercizio della loro autonomia contrattuale, al di là delle ipotesi espressamente previste dalla legge (vedasi il potere del giudice di ridurre le penali manifestamente eccessive riconosciuto dall’art. 1384 c.c. o il potere riconosciuto al giudice dall’art. 1660 c.c. in materia di appalto di apportare le necessarie variazioni al progetto e le correlative variazioni di prezzo in caso di mancato accordo delle parti)“.

Tribunale di Roma Sentenza n. 3114/2021 del 19/02/2021

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest